CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 9 ottobre 2011

Vicino al mare


Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l'aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.
... Vicino al mare,
d'autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.
Riditela della notte,
del giorno, della luna,
riditela delle strade
contorte dell'isola.
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l'aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo riso mai,
perche' io ne morrei.

(Pablo Neruda, Il tuo sorriso)

Nessun commento:

Posta un commento