CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






mercoledì 18 gennaio 2012

Vento di libeccio



Liberta'.
Immensa come il mare.
Appari e scompari nel vento di libeccio.
Raccogli i pensieri nell'accattivante conchiglia
di un desiderio lontano.
A piedi nudi volteggi sul pelo dell'acqua.
Ti nascondi misteriosa dietro un battito di ciglia.
Circondata dal volo concentrico dei gabbiani
aspetti il sorgere dell'alba dai colori pastello
e la vita di un giorno nuovo illuminato dalla luce del sole.

(Gloria Salvi, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento