CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






lunedì 13 febbraio 2012

Ci vorrebbe il mare



Ci vorrebbe il mare
che accarezza i piedi
mentre si cammina
verso un punto
che non vedi
ci vorrebbe il mare
su questo cemento
ci vorrebbe il sole
col suo oro e
col suo argento
e per questo amore
figlio di un' estate
ci vorrebbe il sale
per guarire
le ferite
dei sorrisi bianchi
fra le labbra rosa
a contare stelle
mentre il cielo
si riposa
Ci vorrebbe il mare
per andarci a fondo
ora che mi lasci
come un pacco
per il mondo
ci vorrebbe il mare
con le sue tempeste
che battesse ancora
forte sulle
tue finestre
ci vorrebbe il mare
sulla nostra vita
che lasciasse fuori
come un fiore
le tue dita
cosicche' il tuo amore
potrei cogliere
e salvare
ma per farlo ancora
giuro
ci vorrebbe il mare
Ci vorrebbe un mare
dove naufragare
come quelle
strane storie
di delfini
che vanno a riva
per morir vicini
e non si sa perche'
come vorrei fare ancora
amore mio con te
Ci vorrebbe il mare
per andarci a fondo
ora che mi lasci
come un pacco
per il mondo
ci vorrebbe il mare
con le sue tempeste
che battesse ancora
forte
sulle tue finestre
Ci vorrebbe il mare
dove non c'e' amore
il mare
in questo mondo
da rifare
ci vorrebbe il mare
ci vorrebbe il mare
ci vorrebbe il mare
ci vorrebbe il mare

(Marco Masini, Ci vorrebbe il mare)

Nessun commento:

Posta un commento