CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






mercoledì 12 settembre 2012

Il vecchio marinaio


Al crepuscolo dell’estate siederà sul mare all’osteria dei ricordi, il vecchio marinaio, annoderà le reti di quei giorni assolati, vociar di gente allegra, risa di bambini nel giocar con le onde. Con la pallida luna e le stelle sorelle, ricorderà i baci salati, gli amori rubati, nella notte sulla battigia consumati ed i sogni a lui affidati. E ripensandomi, regina degli scogli, brinderà a me, sua figlia, onda di mare, con velata nostalgia, annegando una lacrima in un bicchiere di rhum.

(Silvana Pagella, Scritti)

Nessun commento:

Posta un commento