CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






mercoledì 12 giugno 2013

Le ninfe del mare



Tuo padre giace a più di nove metri di profondità.
Le sue ossa sono diventate corallo;
I suoi occhi ora sono perle.
Non c'è in lui parte alcuna
che non si trasformi per opera del mare
In qualcosa di ricco e di meraviglioso
Le ninfe del mare di continuo suonano per lui:
Ding-dong.

(William Shakespeare, Scritti)

Nessun commento:

Posta un commento