CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 22 dicembre 2013

Okianos





Guardai l'enorme costellazione del Carro che si ergeva alta alla nostra destra. Seguii con lo sguardo una linea immaginaria passante per le due stelle poste alla sua estremita', la prolungai di quattro o cinque lunghezze e arrivai alla stella polare, la piu' luminosa di tutto il firmamento. Sì, ci saremmo divertiti il giorno dopo. Avremmo dovuto far correre la goletta, aprire tutte le vele, controllare bene i pesi e gli assetti e cercare le piccole raffiche sul pelo dell'acqua. L'indomani Okianos ci avrebbe fatto vedere chi era: una barca nata per navigare in qualsiasi condizione di mare e di vento...

(Alberto Di Stefano, Il giro del mondo in barcastop) 

2 commenti: