CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






mercoledì 26 febbraio 2014

Il silenzio del mare




Il silenzio cadde ancora una volta. Ancora una volta, ma questa volta, come più oscuro e teso! Certo, al di sotto dei silenzi passati,- come, sotto la calma superficie delle acque, la lotta degli animali nel mare, - sentivo sì pullulare la vita sottomarina dei sentimenti nascosti, dei desideri e dei pensieri che si negano e si combattono. Ma al di sotto di questo, ah! null'altro che un'atroce oppressione.

(Jean Bruller - Vercors, Il silenzio del mare)

Nessun commento:

Posta un commento