CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 27 marzo 2014

Confronti





Laggiu' tutto era quieto. All'estremita' posteriore del bastimento ognuno dormiva saporitamente. Uscii di nuovo sul cassero, gradevolmente a mio agio in quella calda notte senza una bava di vento, scalzo, con un sigaro acceso tra i denti, e, procedendo oltre, mi imbattei nel profondo silenzio del ponte di prua della nave. Solo nell'oltrepassare la porta del cassero udii un solenne, tranquillo quanto fiducioso sospiro di qualche dormiente lì sotto. E improvvisamente mi sentii felice della grande sicurezza del mare in confronto alle inquietudini della terraferma.

(Joseph Conrad, L'ospite segreto)

2 commenti: