CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 10 aprile 2014

Viaggio in mare






Se un viaggio in mare non significa altro che la solita routine di bordo, il vento, il tempo e le distanze percorse, allora ha ben poco significato: e' l'individuo al timone, con le sue paure, speranze e successi, che rende interessante un viaggio. Cosa ci importa di uno o piu' uomini che doppiano a vela Capo Horn? Ce ne importa perche' ogni navigatore solitario e' una piccola parte dello spirito inquieto che alberga in noi. Il mare non tollera a lungo gli inetti e i presuntuosi. In un lungo viaggio a bordo di una piccola barca trapela ben presto la misura di un uomo, le sue speranze e le sue paure, la sua fibra e gli aspetti del carattere che potrebbero altrimenti rimanere nascosti per tutta la vita dietro una cortina di mistificazione.

(Charles Borden, Viaggio in mare)

Nessun commento:

Posta un commento