CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






sabato 3 settembre 2016

.... Antibes


Alle 6,23 spunta il sole. C'è foschia a causa della forte umidità. Restano 47 miglia ad Antibes che raggiungiamo alle 14. Chiamo per radio la Capitaneria per chiedere ospitalità  per due notti. Domani aspetto mia madre che ci raggiungerà in treno. Mi rispondono che non c'e' posto. Non mi aspettavo di trovare questo genere di problemi in un marina così grande e soprattutto in questa stagione. Sto pensando ad un programma alternativo quando la Capitaneria mi richiama per radio e mi chiede se sono disposto ad accettare un posto barca per una categoria superiore e quindi più caro. Accetto immediatamente. Ormeggio all'accueil, disbrigo le pratiche e mi assegnano un primo posto che si rivela essere pessimo. Lo cambio immediatamente per un altro che tuttavia è disponibile solo per una notte. Va beh!! Per domani ci penseremo. Facciamo un giro per Antibes e rientrati in barca conosciamo  i nostri vicini: una coppia di israeliani, Daron e Anat, proprietari di un Oceanis 50, "Petite Syrah", battente bandiera statunitense. Ci invitano a cena a bordo e trascorriamo una piacevolissima serata accompagnata da un ottimo vino che producono nella loro fattoria tra Tel Aviv e Gerusalemme. Dopo cena ci raggiungono Philippe e Veronique, armatori di un Oceanis 54 anch'esso ormeggiato accanto a noi.
(Giornale di bordo) 

Nessun commento:

Posta un commento