CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






sabato 19 novembre 2016

Elbeggiando



Nella notte, come previsto, pioggia a catinelle. Il vento forte fa brandeggiare sensibilmente la barca che tuttavia è ben ormeggiata in banchina. E' un vero piacere starsene al caldo in cuccetta. Al mattino continua a piovere e decidiamo di restare in porto. Affittiamo un'auto e trascorriamo la giornata in giro per l'isola: i boschi con profumo di funghi di Marciana, Sant'Andrea, Chiessi e Pomonte villaggi "marini" della costa occidentale, le campagne intorno a Marina di Campo e Lacona, Capoliveri, Porto Azzurro, Rio dell'Elba e Rio Marina, fino a Cavo, per ritornare a Portoferraio per la Fortezza del Volterraio. Una varietà incredibile di paesaggi ed atmosfere. Verso sera rispunta anche il sole. Per cena due tranci di tonno fresco comprato in pescheria la mattina e cucinato con salsa di pesto e pomodorini.
(Giornale di bordo)

Nessun commento:

Posta un commento