CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






venerdì 17 marzo 2017

Proverbi



Tutte le "sacoleghe" ancorate in rada vicino a noi, partono al levar del sole; imitiamo il loro esempio, e appena girata la punta di Capo Babà, eccole che bordeggiano verso Tenedo, rinnovando ai nostri occhi lo spettacolo delle paranzelle d'Ischia. E per obbedire al vento di prua che vuole così, i mettiamo a bordeggiare anche noi, rassegnati a percorrere il quadruplo del cammino, che dovrebbe condurci ai Dardanelli. Dio li benedica cotesti Dardanelli! Più ci affanniamo a raggiungerli e più ci scappano davanti, peggio che se avessero l'ali; da quanto tempo secondo i nostri calcoli preventivi, avremmo dovuto vederli e toccarli! Ma in mare i calcoli sono sempre sbagliati e i conti sempre senza l'oste; non si inganna il proverbio: chi naviga, certe volte con un pane fa cento miglia e certe altre non ne fa neppure uno con cento pani.

(Remigio Zena, In yacht da Genova a Costantinopoli)

Nessun commento:

Posta un commento