CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 10 marzo 2011

Pleniluni



O voi silfidi, o ninfe dei marmorei
corpi, sognate forse con i canti
corse sfrenate verso albe di latte
macchiate d'aurei cirri, coi capelli
d'ebano sciolti alla brezza del mare?
Corse leggere verso l'infinito?
O voi! O murmuri voci marine,
cantate, lungo le solinghe rive
ne' pleniluni di rame infocato,
ne' pleniluni, pallidi, d'amore.

(Salvatore Quasimodo, Canti marini)

Nessun commento:

Posta un commento