CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






sabato 23 giugno 2012

...in cerca di un refolo di vento



Partirò domani o domani dopo, alla ‘’deriva’’
in cerca di un refolo di vento.
Pensieri deboli, incartati, raccolgono la sera,
questa sera immobile avvolta nel silenzi...
il sartiame non regge l’albero.
E’ stato un andare di terre in terre
fatto di salite e discese,
di rare ombrose pianure, deserto.
Un andare in cerca della terra che non c’è,
che c’è oltre l’orizzonte dei giorni che succedono,
inarrestabili.
Albe e tramonti;
giorni che muoiono per risorgere nuovi...
bellissimi!
Ho cercato la bellezza
e tutto ciò che è vero e giusto
per amare la gente e le cose
L’amore...
la grande sfida.
Il sartiame provato dalle tempeste
non regge l’albero e la vela,
strappata dal vento,
richiede cure.
Riprenderò il viaggio domani o domani dopo.
Andrò alla ‘’deriva’’
in cerca di un refolo di vento.
Userò la scassa...
andrò via con la randa e il fiocco
verso l’ultimo orizzonte
in cerca della terra che c’è...
che non c’è, irraggiungibile, come
la verità e la giustizia
Andrò in cerca della Terra promessa...
oltre il deserto dei giorni,
oltre le salite e delle discese,
le rare pianure
... avanti
lungo la linea dell'ultimo
irraggiungibile orizzonte.

(Giovenale Nino Sassi, Partiro' domani o domani dopo)

Nessun commento:

Posta un commento