CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE







mercoledì 29 agosto 2012

Cala Marino - Solenzara



Notte un po' agitata quella trascorsa. Il fusibile del salpa ancora si e' bruciato nel momento in cui si e' deciso di metterci in un angolo piu' ridossato della cala. Dopo aver scoperto di non averne uno di riserva, non mi e' restato che utilizzare l'ancora di rispetto: una Bruce da 15 chili con 5 metri di catena e il resto in tessile. La sfortuna ha voluto che, durante la notte, il vento rinforzasse parecchio e quindi ho preferito stare con un occhio sempre aperto per evitare spiacevoli sorprese, visto che a poppa, non lontani, avevo una barca e un gruppo di scogli. La mattina, verso le 6, il vento ha mollato e si e' quindi optato per puntare su Solenzara dove trascorrere la notte prima della traversata.


(Giornale di bordo)

Nessun commento:

Posta un commento