CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






venerdì 7 dicembre 2012

Spassiunatamente


Curva su curva,
Dall' alto scennenno
Int' 'a povere 'e camionne,
Int' 'a povere 'e camionne
Nce arrivammo, nuje,
Pe' oblique scalinate,
Nce arrivammo ncopp' o' mare,
Nce arrivammo ncopp' o' mare
'Stu mare, int' 'a solita calura,
che'è squisitamente frisco,
scunsulatamente frisco.
Parola su parola nce arrivammo,
Nce arrivammo ncopp' 'o mare,
Scustamato paraviso.
Siamo mangiatori di pesce,
Ne facimmo na passione,
Ne facimmo na passione.
Cercatori noi
Di siguardi e malintesi,
E truvatur' 'e sole
E truvatur' 'e sole.
Che ce par' 'e vedè
Che ce par' 'e truvà
Na femmena
Ah, bbella, bella, bella, bella
Famme vedè,
Famme capì.
Bbona, bona, bona, bona
Famme guardà,
Famme tuccà.
Ah, che sera!...
Na scudisciata turcomanna
E mezza luna.
Ah, che sera!
Na scudisciata turcomanna
A mezza luna.

(Paolo Conte, Spassiunatamente)

Nessun commento:

Posta un commento