CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 10 marzo 2013

Acqua di marzo


A parte chi regatava di fronte a Punta Ala per l'ultima giornata del campionato invernale, per mare, oggi, abbiamo incontrato solo altre due barche a vela: la prima, poco lontano dalla costa, con delle impressionanti e un po' lugubri vele completamente nere, la seconda ridossata dietro a Cerboli. Il vento da Sud ci ha portato di poppa piena fino a Capo della Vita. Poi si e' costeggiato fino a dare fondo a Cala Concia, nella baia di Portoferraio. Tempismo perfetto. Le prime gocce previste nel pomeriggio sono arrivate appena ripiegate le vele. "Acqua di marzo" nella versione francese di Georges Moustaki in sottofondo sembra essere stata scritta proprio per noi.

(Giornale di bordo)   

2 commenti:

  1. A Marzo pochi ma buoni, mi vien da dire; e pensare che per il vento sarebbe un mese ideale! L'anno scorso c'eravamo anche noi e avevo fatto un video-ricordo:
    http://www.youtube.com/watch?v=5XFAoyDajA4
    .. quest'anno invece -forse- usciremo ad Aprile.

    RispondiElimina