CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 11 aprile 2013

Colori vacillanti



Ogni estate aveva luogo un magnifico spettacolo pirotecnico e così tutti in paese si dirigevano verso la spiaggia affollata di turisti. Le esplosioni rimbombavano forti e basse lungo tutto il mare immerso nelle tenebre. I fuochi d’artificio lanciati verso l’orizzonte, si specchiavano sulla superficie dell’acqua e sembravano svilupparsi in due direzioni. E il mare, riflettendo nella notte quei mille colori vacillanti, appariva levigato.

(Banana Yoshimoto, Il coperchio del mare)

Nessun commento:

Posta un commento