CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






martedì 27 maggio 2014

Sospetti





Un uomo non può dirsi marinaio se non sa inventarsi storie di navi perdute, capitani rassegnati al loro destino, mare illuminato dall'ultimo sole al tramonto. Niente ha un senso se non possiamo raccontarlo agli altri. Altrimenti ci sentiamo soli, e allora può prenderci la paura, soprattutto in mare aperto. Specialmente in quelle notti buie, senza nemmeno una stella, quando il mare è così immobile e nero da far venire il sospetto che anche Dio sia morto, scomparso nel nulla degli abissi.

(Sergio De Santis, L'opera viva) 

Nessun commento:

Posta un commento