CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






mercoledì 3 dicembre 2014

La ballata del mare salato



Io viaggio su un vascello di carta
ed il mio cappello è nero di china
una banda di gran figli di un cane
che un giorno si son stancati di me
mi han crocifisso mani e piedi e gettato ai pesci del marra
là cullato dalle onde per giorni
con un sole crudele che danzava nel cielo
la gola che bruciava per la sete ed il sale
finché una sirena mi salvò
io navigo su un mare bianco e nero d'inchiostro
cercando una terra che non c'è
inseguito dai miei sogni e dalle mie paure
per capire ciò che è dentro di me

(Macogno Rovers, La ballata di Corto Maltese)

Nessun commento:

Posta un commento