CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 11 luglio 2010

Marinai


Marinai che sognate in alto mare, i gomiti appoggiati al parapetto, guardatevi dal pensare a lungo nel buio della notte a un viso amato. Potreste rischiare di dar vita, in quei luoghi per natura deserti, a un essere dotato di tutta la sensibilita' umana, che non puo' vivere ne' morire, ne' amare, e tuttavia soffre come se vivesse, amasse e fosse sempre sul punto di morire, un essere infinitamente diseredato fra le solitudini acquatiche, come quella bambina dell'Oceano...
(Jules Supervieille, La bambina dell'oceano)

Nessun commento:

Posta un commento