CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 8 luglio 2010

Riconoscersi


Era la liberta', conteneva tutti gli orizzonti spalancati intorno.
Per me l'isola e' stato imparare a mettere esca agli ami,
lavarmi le ferite in acqua di mare,
stare zitto in barca, bruciare al sole, e pure per amore, senza cercare ombra.
L'isola e' maestra, chi non ne ama una e' destinato a perdersi di notte senza lume.
L'isola e' una conchiglia, il mare che si solleva a tempesta,
e' il muscolo che la chiude e la sigilla.
L'isola era il nuoto al largo e la sorpresa che i pescatori non sapevano nuotare,
l'isola la capisci dalla terra ferma.

(Erri De Luca, L'isola e' una conchiglia)

Nessun commento:

Posta un commento