CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 25 novembre 2010

Isolarsi



Imbarcarsi per l'isola di Sant'Elena e', oggi, un gesto di ribellione. L'isola, famosa soltanto perche' Napoleone vi mori' in esilio, e' nel mezzo dell'Atlantico del Sud, latitudine 16 gradi, longitudine 5 gradi 45 primi Ovest. La terra piu' vicina e' un'isola ancora piu' piccola, l'Ascensione, a 1.131 chilometri di distanza. A Sant'Elena, dove non c'e' aeroporto, un comune mortale puo' arrivare soltanto con la St. Helena, un piccolo postale da 3.150 tonnellate, che ogni due mesi parte da Bristol, in Gran Bretagna, fa tappa a Tenerife, Ascensione e Sant'Elena, impiega quasi un mese per arrivare a Citta' del Capo, volta la prua e torna indietro. Se si sbarca a Sant'Elena e si vuole restare piu' di mezza giornata, bisogna aspettare che la St. Helena ripassi. Salvo qualche raro yacht transoceanico o, ancora piu' raramente, una nave da guerra, nessun'altra imbarcazione arriva mai a Sant'Elena.

(Gianluigi Melega, L'isola piu' isola)


Nessun commento:

Posta un commento