CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






venerdì 25 febbraio 2011

Ghiaccio



Un giorno ho visto il ghiaccio mentre si formava. Ero in cabina e guardavo fuori dall'oblo'. Quella sera si era alzato un vento leggero da Nord, dal Mar Glaciale Artico. Stavo osservando alcuni gabbiani posati sui pali d'ormeggio con la testa in direzione del vento, come sempre. Nel frattempo le prime increspature causate dal vento hanno iniziato a scomparire qua e la'. Qualche attimo dopo, l'acqua sembrava coperta da uno strato d'olio. Solo in seguito mi sono reso conto che quello che vedevo era la prima pellicola di ghiaccio, sottile come una garza, che si stava formando sull'acqua scura, e che era quella membrana a spianare le onde. La mattina dopo, quando ci siamo svegliati, il ghiaccio era abbastanza spesso da reggere una rondine di mare che si era posara tremante accanto alla Rustica.


(Bjorn Larsson, L'arte di vivere)

Nessun commento:

Posta un commento