CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 3 aprile 2011

Eolo



Vento, nel discorso tecnico, si unisce ai seguenti aggettivi: prima di tutto Fresco, che esprime il concetto perpetuo dei marinari, cui giugne sensibile la corrente dell'aria sempre fresca dalla parte piu' frigida e stipata alla piu' rarefatta e calida . Percio' essi ne distinguono anche i gradi per nomi propri, dicendo Freschino, Frescone e Freschissimo: ed aggiungono Grande, Fermo, Disteso, Pieno, Gagliardo, Traboccato, Forzoso, Sferratore, Furioso, Rabbioso, Tempestoso, Procelloso: il cui contrario sarebbe Debole, Piccolo, Favorevole, Chiaro, Sereno; e per le circostanze locali, Marino, Terriero, Largo, Diforano, Regnante e Dominante. Il vento, coi verbi, Tira, Soffia, Spira, Corre, Serve, Porta, Gira, Ridonda, Rinfaccia, Rifiuta, Scarseggia, Languisce, Intacca, Rinforza, Gonfia, Spinge, Rifrusta, Mangia, Scavezza e Rapisce.

(Alberto Guglielmotti, Vocabolario Marino e Militare)

Nessun commento:

Posta un commento