CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 30 giugno 2011

Crepuscolo



Sulla pallida spiaggia giacevo,
solitario dai tristi pensieri.
Declinava al tramonto nel mare
il sole, gettando sull'acqua
vivi sprazzi di porpora ardente;
ed i candidi flutti lontani,
sospinti dall'alta marea,
venivan spumando frusciando
piu' presso, piu' presso...
Uno strano gridare, un brusio
e sibili e murmuri e risa,
un sospirare, un ronzare:
e, frammezzo, un sommesso cantare
di cune dondoleggiate.

(Heinrich Heine, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento