CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 4 settembre 2011

Sonno



"Intanto a lui dolce sonno sulle ciglia cadeva, / un sonno profondo simile in tutto alla morte [...] Cosi' correndo veloce la nave l'onda del mare solcava, / portando un uomo che aveva saggezza simile ai numi, / e molti dolori aveva patito nell'anima, / provando le guerre tra gli uomini e l'onde paurose. / Ma allora immoto dormiva scordando quanto sofferse".

(Odissea, XII, 79-92)

Nessun commento:

Posta un commento