CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 13 dicembre 2012

Mancati ritorni


Balla lento il mare che avanza sulle onde della mia risacca
sale, scende, si avvolge all'anima
si ritrae e passa sul viso
a lavar pene d'amore
e tingere di bianca schiuma il mio pensiero trasparente.
Scende veloce il mare che incide lobi di luce
amplifica dolore e urla alla marea note senza armonia.
Conchiglie senza vita
che sussurrano silenzi inquieti
intrisi di triste consapevolezza
e dolci ricordi.
Ai miei piedi si raccoglie la salsedine umida
si accoccola accanto a me
fedele amica
che sa
come si cavalca la marea e si domano i vortici.
Il tempo incidera' l'arida secchezza
e su di me lascera' il marchio del mancato ritorno
al porto tranquillo.

(Andree, Poesie)

Nessun commento:

Posta un commento