CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






giovedì 14 marzo 2013

Paranzelle



Ecco, e la glauca marina destasi
fresca a' freschissimi grecali; palpita:
ella sente nel grembo
li amor verdi de l'alighe.
Sente: la sfiorano a torme i queruli
gabbiani, simili da lunge passano
le paranzelle arance
pe' l gran sole cullandosi.

(Gabriele D'Annunzio, Canto novo)

Nessun commento:

Posta un commento