CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






lunedì 3 gennaio 2011

Vela bianca


...il mare offre una fuga perpetua. I suoi luccichii, i suoi miraggi, rientrano nell'ambito del fantastico, appartengono ad un mondo differente, pericoloso, seducente. Seguiamo la corsa di una vela bianca, qualche istante dopo la sua traccia e' perduta: il nostro occhio ha girato come una banderuola...Nessuna verticalita' costringe gli occhi a sollevarsi dalla superficie. Non si sfugge all'immensita' dei mari.

(Cecile Guerard, Piccola filosofia del mare)

Nessun commento:

Posta un commento