CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE






domenica 8 maggio 2011

Io so che ti amero'


....
io restero' solo
come veliero nei porti silenziosi
ma ti possiedero' piu' di chiunque
perche' potro' partire..
e tu ti lamenti del mare del vento
del cielo degli uccelli delle stelle
saranno la tua voce presente
la tua voce assente
la tua voce rasserenata..
....

(Vinicius de Moraes, Io so che ti amero')

Nessun commento:

Posta un commento