CRONACA, LETTERARIA E NON, DELL'ANDAR PER MARE







lunedì 1 maggio 2017

Nettuno - Ponza


Parte della prima mattinata è trascorsa alla ricerca di una farmacia aperta (cosa non facile il primo di maggio) per comprare delle pastiglie contro il mio mal di gola. In un supermercato acquistiamo un altro po' di salvia per la mitica pozione salvia-limone-zucchero, una ricetta per combattere tutti i mali. Poi, salutati i nostri simpatici vicini, partiamo alla volta di Ponza. Vento da sud e quindi grande smontorata per coprire in poco più di 7 ore le 37 miglia che separano l'isola da Nettuno. Sul pontile di "Ponza Mare" sul quale avevamo riservato un posto vediamo ormeggiato, oltre ad un enorme X-Yacht 51, il Solaris del giorno prima. Facciamo conoscenza dei suoi armatori, Sascha e il suo cane Fossie, incontrandoli in uno dei bar del porto. L'amicizia è presto fatta e ceniamo a bordo di "Blind Date III" con cornetti prosciutto e formaggio preparati dal sottoscritto accompagnati da un Gaja e una bottiglia di Moet&Chandon demi sec offerti dal generoso Sascha. Per finire, genepy fatto da mia madre e cioccolatini di Guy-Odin a bordo di Habibti. Dura la vita in giornate come questa!

(Giornale di bordo)

Nessun commento:

Posta un commento